10 piazze da vedere almeno una volta nella vita ( o anche più di una!)

La piazza è uno degli elementi che più caratterizza una città e spesso una delle attrazioni principali. Ma la piazza è vita, vita passata e che passerà e a volte è un racconto che dura secoli. Ci sono alcune piazze che ci rimangono inevitabilmente nel cuore e negli occhi, perciò vi dico quali sono nel mio, rivelandovi che sarebbero più di 10 ma dovevo pur darmi un limite!

Piazza del Popolo ad Ascoli Piceno

SAM_6361

Una piazza che sembra quasi una sala da ballo che ha per tetto il cielo. Cinta da rinascimentali portici, tutti rigorosamente (secondo una legge fissata nel 1507) in mattoncini rossi con colonne in travertino e con finestre a timpano tondo. Su di uno dei lati stretti torreggia l’abside gotico della Chiesa di San Francesco col campanile, mentre su quello lungo si erge il maestoso Palazzo dei Capitani e l’elegante Caffè Meletti (colonne in travertino e timpani tondi anche qui!). L’architettura della piazza è talmente armoniosa che sembra avvolgere il visitatore in un caldo abbraccio, e la chiara pavimentazione in travertino levigato la fa apparire luminosa di giorno e rilucente di sera.

Piazza del Duomo a Lecce

SAM_0227

Camminando per il centro storico di Lecce, a un certo punto ci si ritrova tale spettacolo. Come un grande palcoscenico barocco, celato da un sipario (gli splendidi propilei coronati da balaustre con statue), si annuncia ai nostri occhi la Piazza del Duomo di Lecce. Raro esempio di piazza chiusa su tre lati, con una visuale prima ristretta e poi dilatata sulla beltà barocca della composizione, lascia a  bocca aperta chiunque. E la messa in scena barocca non finisce qui, perché quella che abbiamo di fronte è solo una “falsa facciata” messa sul prospetto laterale del Duomo, per abbagliare lo “spettatore”. Spettatore che subito dopo nota gli altri attori in scena, il palazzo episcopio e quello del seminario, e la facciata centrale del Duomo, ogni attore con le sue ornate vesti barocche dai toni dorati della pietra leccese. Tra di loro, spicca altissimo quello spilungone del campanile, col suo cupolino maiolicato, che dona alla piazza anche uno sviluppo verticale.

SAM_0201

Piazza del Mercato di Breslavia

DSC02459

Il Rynek di Breslavia, ovvero la Piazza del Mercato (nome che accomuna le piazze principali di molte città polacche), non lo puoi immaginare finché non lo vedi. Una piazza rettangolare, sorta nel medioevo, con un nucleo centrale composto dal magnifico Municipio vecchio in stile tardo-gotico e dall’elegante, ma più sobrio, Municipio nuovo. Questo nucleo, che è il cuore della piazza, è a sua volta attraversato da delle incantevoli viuzze ed è circondato sui quattro lati dalle palazzine borghesi (le cosiddette Kamienice), in stile rinascimentale e barocco, che fanno a gara tra loro per stupire il visitatore, con le loro facciate variopinte dalle armoniose forme e le particolari decorazioni.

DSC02876

Scopri cosa vedere a Breslavia

Piazza del Mercato di Poznań

DSC05163

 

Passiamo da una piazza del mercato ad un’altra, sempre rimanendo in Polonia. Il Rynek di Poznań rivaleggia con quello di Breslavia per bellezza e vivacità. I colori sgargianti e le straordinarie decorazioni delle facciate stupiscono da qualunque punto si guardi la piazza, mentre le forme rinascimentali, non prive di contaminazioni barocche e liberty ma anche neogotiche, rendono l’insieme armonico ed elegante. Rinascimentale è anche il maestoso municipio, progettato dall’italiano Giovanni Battista Quadro. Al suo fianco, un’incantevole fila di case porticate, più basse delle altre, ma coloratissime e fantasiose nei graffiti che le decorano. Sono le cosiddette “case dei mercanti”, forse una “fila di case” tra le più belle al mondo. La vivacità architettonica della piazza è aumentata dalle statue e dalle fontane raffiguranti dei dell’antichità classica.

DSC05464

DSC05442

Prato della Valle a Padova

DSC00239

La più grande piazza d’Europa è anche una delle più belle. Con la sua canaletta nella quale si specchiano le 78 statue di personaggi legati alla storia della città e le luci della sera, i ponticelli che la attraversano e gli edifici sorti attorno alla piazza a partire dal Quattrocento, la piazza possiede un’atmosfera unica che crea magiche suggestioni. Le arabeggianti cupole della Basilica di Santa Giustina, che le fanno da sfondo, completano questo magnifico quadro d’autore.

DSC00372

Place des Vosges a Parigi

SAM_0939

Voluta da Enrico IV di Francia all’inizio del Seicento, la piazza è un bellissimo esempio di pianificazione urbanistica. Con i caseggiati uguali su tutti i quattro lati che chiudono la piazza e il giardino erboso al centro, con fontanelle in pietra e un boschetto di tigli, è senz’altro uno dei luoghi più raccolti e suggestivi di Parigi. Il rosso dei mattoni, il bianco della pietra, il blu ardesia dei tetti e il verde delle fronde che cingono completamente la piazza creano un’atmosfera rilassata, isolata dal resto della città, invitando il visitatore a stendersi sul soffice prato e a godere del sole e del magico momento creato da questo luogo unico.

SAM_0926 (2)

Piazza della Signoria a Firenze

SAM_8305

Arrivando in questa piazza si ha la sensazione di entrate in un vero e proprio museo all’aperto, tale è la quantità e la bellezza delle statue sparse per tutta la piazza, a cominciare dalla stupenda Loggia della Signoria con leoni, il bellissimo Perseo di Cellini che regge la testa mozzata di Medusa, una replica del David di Michelangelo, il Ratto delle Sabine di Giambologna e altre ancora.

SAM_8294

L’apparato scultoreo continuo più in là sulla piazza con la statua equestre di Cosimo de’ Medici e soprattutto con la bellissima Fontana del Nettuno, che celebra i traguardi marinari del Granducato di Toscana. Un trionfo di cavalli marini, satiri, tritoni e ninfe, capeggiato da un Nettuno possente e disinvolto.

SAM_8348

La mole del trecentesco Palazzo Vecchio e gli altri edifici rinascimentali (e neo-rinascimentali) fanno da splendida cornice a tanta arte racchiusa in una sola piazza.

Grande piazza del Mercato a Zamość

SAM_7329

Siamo di nuovo in Polonia, a Zamość, nel sud-est del Paese. Il Rynek Wielki (Mercato grande) è un capolavoro rinascimentale pensato, come tutta l’urbanistica della città, dall’architetto padovano Bernardo Morando, che qui creò un esempio di “città ideale” rinascimentale, tutt’oggi perfettamente conservato. Lo stile rinascimentale italiano si fonde perfettamente ad elementi mitteleuropei come le facciate colorate. Il municipio col suo scalone monumentale e la torre dalla cuspide barocca è il centro focale della piazza, mentre di fianco un’altra “fila di case” sorprendente. Sono le case degli armeni; colori primari ed elaborati ma leggiadri stucchi sulle facciate le rendono un vero incanto per gli occhi.

SAM_7275

 

SAM_7291

Piazza della Madonna a Loreto

SAM_4663

La monumentale piazza di Loreto è un gioiello rinascimentale di cui si parla troppo poco. Lunga e stretta, fa si che lo sguardo converga naturalmente sulla Basilica della Santa Casa, che irradia luce e bellezza su tutta la piazza con la sua superficie candida e i suoi volumi possenti ma delicati. La piazza è contornata su due lati dall’elegante loggiato del Palazzo Apostolico, mentre sull’altro lato sono sopravvissuti dei sobri ma armoniosi edifici in laterizio che avrebbero dovuto far spazio alla continuazione del loggiato ma sono infine rimasti lì, testimoni secolari della trasformazione della piazza. La seicentesca Fontana Maggiore popolata da delfini, draghi e putti riempie la piazza di vivace fantasia, mentre il bellissimo campanile di Vanvitelli prolunga il loggiato su nel cielo.

SAM_4612

Piazza Navona a Roma

SAM_7129

Conserva la forma dell’antico Stadio di Domiziano Piazza Navona, ma oggi è un monumento al barocco romano in tutto il suo splendore e la sua eleganza. I giochi d’acqua delle sue splendide fontane, con la rappresentazione dei Quattro fiumi (Gange, Danubio, Nilo e Rio de la Plata), progettata dal Bernini, al centro della piazza, di fronte all’imponente chiesa di Sant’Agnese con la sua facciata affiancata dalle due torri e la cupola centrale, trasmettono allo stesso tempo ordine e simmetria ma anche passionale caos e barocca voluttà.

SAM_7140
L’impersonificazione del Gange.

SAM_7156

 

 

 

 

 

 

 

 

2 pensieri riguardo “10 piazze da vedere almeno una volta nella vita ( o anche più di una!)”

Rispondi